CREDITI
  • Regia, coreografia e interpretazione : Francesco Colaleo e Maxime Freixas

  • Musiche : Marion Julien

  • Costumi : Chiara Defant

  • Consulenza artistica : Nimrod Freed

  • Produzione : Cie MF | Maxime & Francesco

  • Co-produzione: - Festival Oriente Occidente (Italia)

                                   - Gdansk Dance Festival (Polonia)

                                   - Art Garage (Italia)

  • In collaborazione con : - Le Croiseur_Scènes Découvertes, Lyon (Francia)

                                              - Scenario Pubblico, Catania (Italia),

                                              - Théâtr’Azur, Cannes (Francia)

C'EST PAS GRAVE

C’est pas grave (dal francese, non è grave) nasce dal desiderio di approfondire l’ambivalente significato della gravità : materica(del corpo) e simbolica (dello spirito). Lo spettacolo è stato pensato come un sistema interattivo : il pubblico è invitato a creare origami a forma di aeroplano e a gettarli in scena quando lo desidera, diventando parte integrante dell’atto perfomativo. L’incidenza degli aeroplani di carta modifica i paesaggi corporei e ciò che è grave viene determinato dalla circostanza o dall’evento che destabilizza l’azione scenica. Il pubblico ha il potere assoluto di agire, di intercedere, di infrangere lecitamente lo spazio intimo della visione, con leggerezza, spensieratezza ed un pizzico di insolenza e desiderio di schernimento. Lo fa assumendosi le sue responsabilità da spettatore attivo, consapevole che alea jacta est.

C’est pas grave riflette sulla sfera del tempo e dello spazio. Queste due dimensioni sono tradotte in segno grafico sul palcoscenico con un cerchio delineato da uno scotch giallo fluorescente, all’interno del quale dei segmenti s’intersecano, generando un nuovo centro gravitazionale.
In questo campo d’indagine i corpi ruotano, orbitano, cambiano livello, accelerano e decelerano con regolarità, si attraggono e si respingono come calamite, creano paesaggi emotivi, stabiliscono delle regole in rapporto alle geometrie e le infrangono, si percuotono e si cullano.

Risolvere un sistema di relazioni all’interno di un disegno globale di segni e gestualità corporee, indirizza la ricerca coreografica verso un metodo di scrittura tragicomico, che semplifica l’incontro senza minimizzarne l’impatto.

TOURNÉES

12 marzo 2021 --> C’est pas grave >>> Le pecq sur Seine (FR)

23 gennaio 2021 --> C’est pas grave >>> Lavanderia a Vapore, Torino

3 dicembre 2020 --> C’est pas grave >>> Teatro della Tosse, Genova 

10 settembre 2020 --> C’est pas grave >>> Prima Italiana/Festival Oriente Occidente, Rovereto

9 settembre 2020 --> C’est pas grave >>> Estratto di pièce, Peep Show, Festival Oriente Occidente, Rovereto 

8 luglio 2020 --> C’est pas grave >>> Théâtr’Azur, Cannes (FR) -annullata e posticipata-

17 marzo 2020 --> C’est pas grave >>> IMpulsion Festival, Lyon (FR) -annullata e posticipata- 

Dal 24 febbraio al 6 marzo 2020 --> C’est pas grave >>> Residenza artisticaa, Scenario Pubblico, Catania

22 febbraio 2020 --> C’est pas grave >>> Gdansk Dance Festival, Gdansk (PL)

Dal 10 al 22 febbraio 2020 --> C’est pas grave >>> Residenza artistica, Gdansk Dance Festival, Gdansk (PL)

Dal 27 al 30 gennaio e dal 1 al 5 febbraio 2020  --> C’est pas grave >>> Residenza artistica, Le Croiseur, Lione (FR)

8 dicembre 2019 --> C’est pas grave >>> Resistere e creare, Genova

21 ottobre au 5 novembre 2019 --> C’est pas grave >>> Residenza artistica, Festival Oriente Occidente et CID, Rovereto